È proprio vero che il cioccolato fondente fa dimagrire?

Sul cioccolato fondente si è detto tanto, che si tratta di un prodotto che aiuta a dimagrire, che abbassa la pressione, che il cacao aiuta contro la cellulite.

Di certo c’è che il cioccolato fondente, se si tratta di un prodotto di alta qualità, realizzato con materie prime scelte con cura e secondo i dettami della tradizione della produzione dolciaria, è davvero un toccasana per la salute del corpo ed anche della mente.

Andiamo quindi a scoprire quali sono i benefici del cioccolato fondente e se esso sia veramente un aiuto per perdere peso.

Il cioccolato fondente è un cibo che sta venendo sempre più rivalutato, per i benefici e gli effetti positivi che può avere sulla salute ed anche sulla bellezza. Innanzitutto, si tratta di un prodotto con proprietà benefiche ed antiossidanti, che quindi rallentano l’azione dei radicali liberi e di conseguenza contrastano l’invecchiamento cellulare.

Ma perché si dice che il cioccolato fondente fa dimagrire? Innanzitutto, nonostante questo prodotto contenga grassi saturi, esso non ha alcun effetto sul livello di colesterolo dannoso nel sangue. Infatti il grasso del cioccolato fondente proviene dal burro di cacao, si tratta di un grasso vegetale e quindi ‘buono’, che non influisce sul colesterolo dannoso. Ma il punto interessante è che mentre il cioccolato fondente contiene una quantità bassa di caffeina, esso contiene la teobromina, un alcaloide che non solo riduce la pressione del sangue, ma che è anche noto per avere un’azione lipolitica. 

Uno studio dell’Università della California di San Diego avrebbe dimostrato che il consumo di cioccolato potrebbe essere correlato ad un Indice di Massa Corporea (il c.d. BMI) più basso. Il cioccolato fondente è ovviamente il prodotto migliore sotto questo punto di vista, in quanto contiene molto più cacao e quindi antiossidanti, meno zuccheri e nessun derivato animale. Ovviamente, come abbiamo avuto occasione di ripetere, deve trattarsi di un prodotto di qualità superiore, creato secondo l’antica tradizione del cioccolato.

Il cioccolato avrebbe quindi proprietà eccitanti che stimolano il metabolismo, ed in questo modo, vanno a favorire il dimagrimento. Ecco perché si dice che il cioccolato fondente può essere un aiuto per la dieta: ovviamente, non bisogna esagerare, una porzione da 20-30 grammi al giorno sono più che sufficienti per dare una mano al proprio regime dimagrante.

È inoltre consolatorio pensare che un prodotto gustoso come il cioccolato fondente non sia un danno per la dieta, anzi, se assunto in piccole quantità ha un’azione che può aiutare il metabolismo. Ma ovviamente, non bisogna pensare che il cioccolato fondente possa in qualche modo sostituire una dieta sana e un po’ d’attività fisica. Il cioccolato fondente fa anche bene alla circolazione ed al cervello ed aiuta, secondo gli studi, a combattere la fame nervosa. Non solo, è un toccasana quando si è a dieta, in quanto la serotonina aiuta il rilascio di endocrine, e quindi migliora l’umore, il che torna particolarmente utile sia nel caso della sindrome pre mestruale che nel caso della dieta. Invece la feniletilammina consiste in un sedativo naturale che rilassa che permette di mettere in secondo piano la fame, specialmente quella nervosa.

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.