Uova di Pasqua, dove nasce la tradizione?

A Pasqua tutti sono più che felici di scambiarsi uova di cioccolato, ormai diventate il simbolo di questa festività in tutto il mondo occidentale.

Ormai esistono uova di tutti i tipi: in cioccolato bianco, fondente, alle nocciole, al latte, per tutti i gusti. Un regalo che mette d’accordo veramente tutta la famiglia, e che piace specialmente i bambini… ma da dove viene questa usanza?

Ma vi siete mai chiesti da dove viene questa tradizione?

L’usanza dello scambio di uova di cioccolato affonda le sue radici lontano nel tempo, ancora prima che arrivasse il Cristianesimo e quindi la pasqua. Da sempre, infatti, le uova erano il simbolo della vita, una fonte di energia che rappresentava la nascita e la rigenerazione. Quindi le uova sono sempre state un prodotto molto apprezzato da tutti i popoli della terra.

Sembra che i primi scambi di uova avvenissero in Egitto ed in Grecia, ma anche nella Cina antica sono stati rinvenuti documenti che parlano dell’usanza di scambiarsi uova.

Anche nei paesi del Nord Europa, come Scandinavia e Russia, l’uovo era un alimento-simbolo, strettamente connesso al ciclo della vita ed alla nascita.

L’idea dell’uovo come simbolo di perfezione, di nascita e di resurrezione quindi permea di sé un po’ tutta la cultura occidentale ed orientale ancora prima dell’avvento del Cristianesimo. Quando esso divenne la religione maggiore, nel Medioevo, cominciò a diffondersi l’uso dello scambio e del dono delle uova decorate con delle pitture. Specialmente in Germania e nei Paesi del Nord, c’era l’usanza di scambiarsi delle uova colorate il giorno di Pasqua, come simbolo della resurrezione ma anche dell’arrivo della primavera.

Fra i nobili le uova erano più preziose: ad esempio ci si scambiava anche uova di platino, e di altri materiali preziosi.

L’uso delle uova di cucciolata invece comincia solamente nei primi decenni dell’Ottocento. Già in Francia alla Corte di Luigi XIV si diffondevano le uova coperte di cucciolata e poi quelle completamente piene di questo delizioso ripieno. Ma chi fu il primo ad inventare le uova di cioccolato?

Secondo la leggenda, il primo chocolatier fu il francese David Chaillou, che si dedicò alla creazione di uova fatte di cioccolato durante il periodo pasquale.

Ma la nascita delle uova di cioccolato vere e proprie, come le conosciamo oggi, comincia quando François Louis Cailler nel 1819 realizza un macchinario che serviva per manipolare il cacao creando la pasta di cacao. Fu Daniel Peter, che sposò la figlia di Cailler, a creare il cioccolato al latte, che avrebbe avuto un immenso successo anche nella produzione delle uova.

L’avvio della produzione in serie delle uova di cicciotto però è di John Cadbury e risale al 1875.

Come abbiamo detto, ad oggi si trovano uova di cioccolato di ogni tipologia e gusto, adatte alle preferenze di chiunque.

Le uova di Pasqua possono essere preparate anche in casa: la scelta del cioccolato dipende dai gusti, ma in genere bisognerebbe optare per cioccolato fondente con percentuale di cacao maggiore del 65% e senza zuccheri aggiunti, così la pasta resisterà meglio al clima.

Come scegliere l’uovo di Pasqua migliore? Ovviamente affidandosi ai migliori produttori di cioccolata, come i laboratori artigianali, che garantiscono prodotti di altissima qualità e dal sapore sopraffino, creati secondo l’antica tradizione cioccolatiera.

Il grande vantaggio delle uova artigianali consiste nella maggiore cura del prodotto, nella scelta meticolosa degli ingredienti, e nella creazione di un prodotto di pasticceria unico e curato nei minimi dettagli per regalare un’esperienza gastronomica unica al cliente.

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.