Il cioccolato artigianale ha una marcia in più!

Il cioccolato è uno degli alimenti più amati in assoluto sulla terra, a livello mondiale.

I bambini lo adorano almeno quanto gli adulti: si tratta di un alimento straordinariamente energetico e grazie al contenuto bassissimo di acqua è un prodotto praticamente inattaccabile dagli agenti esterni, se viene conservato con cura in ambienti asciutti.

Il cioccolato fa il suo ingresso in Europa dopo la scoperta dell’America del Sud, e da lì comincia a diffondersi soprattutto fra i ceti alti come una bevanda di altissima qualità ed estremamente costosa. I semi di cacao erano merce di scambio e baratto, fungevano da moneta, tanto era alto il loro valore.

In Italia il cioccolato viene scoperto dal fiorentino Francesco D’Antonio Carletti nel 1591, e quindi viene portato nel Belpaese.

Oggi diamo il cioccolato per scontato, ma non tutti i tipi di cioccolato sono identici, anzi: può essere industriale – quello prodotto in serie e che troviamo sugli scaffali del supermercato – o essere artigianale.

Il cioccolato artigianale consiste in una ricetta (in realtà ve ne sono molte diverse fra loro, ogni laboratorio artigianale segue la propria) che permette di ricreare un cioccolato di altissima qualità e curato nei dettagli.

Il cioccolato artigianale è in genere leggermente più costoso di quello prodotto in serie in fabbrica e venduto sugli scaffali dei supermercati, ma il gusto, o meglio l’esperienza del sapore è assolutamente non paragonabile.

Il cioccolato fatto in laboratorio ha veramente una marcia in più rispetto a quello prodotto in serie: la possibilità di dedicare al cliente un prodotto artigianale e curato nei minimi dettagli, realizzato seguendo una ricetta antica e tradizionale, con cura e amore, con una selezione degli ingredienti altamente esclusiva per ricreare un prodotto unico al mondo e dotato di particolarità organolettiche. Il sapore, l’esperienza del gusto di una tavoletta di cioccolata preparata secondo le antiche ricette tradizionali – che cambiano non solo da regione a regione, ma anche da provincia a provincia – sono davvero unici ed irripetibili. Gustare cioccolato artigianale significa riabituare le papille gustative alla qualità dei prodotti e degli ingredienti principali di questo dolce così amato.

I vantaggi rispetto al cioccolato di produzione industriale sono in primis l’attenzione ai dettagli, la produzione di meno pezzi che sono curati in maniera più certosina, l’unicità della singola tavoletta di cioccolato, l’uso di materie prime altamente qualificate per far risaltare il sapore della pasta.

Inoltre il cioccolato artigianale si presta ad un gran numero di sperimentazioni e di personalizzazione. A seconda della ricetta, è possibile impreziosire questo dolce con l’ausilio di spezie, di liquori, di aromi alla frutta, infusioni, caffè.

Il cioccolato artigianale fa la differenza per la qualità e la ricercatezza delle materie prime, per lo studio della ricetta, la sua interpretazione, per la sperimentazione continua che permette di perfezionare le ricette e di raggiungere la qualità più elevata possibile per il proprio cliente.

Ogni fase della produzione viene accuratamente controllata per fare sì che venga rispettata la ricetta originale e che il prodotto sia lavorato in modo eccellente: in questo modo il risultato finale è sempre allineato alle aspettative.

Il cioccolato artigianale è un pezzo della nostra storia culinaria e sostenerlo significa permette alle tradizioni di continuare a vivere, permettere ai sapori originali di continuare a perseverare anche nell’epoca della tecnica e della produzione in serie come quella di oggi.

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.