Da cosa dipende quella voglia improvvisa di cioccolato?

Inutile negarlo: a tutti capita, talora, di avere una voglia improvvisa ed irrefrenabile di mangiare qualcosa. Per esempio, una voglia di un pezzetto di cioccolato, o di altri cibi ‘proibiti’. Ma da che cosa dipende?

La voglia di mangiare cioccolato, quando sorge improvvisa ed apparentemente senza alcuna spiegazione, è da ricollegare ad una carenza di qualche nutriente, in relazione alla quale il nostro cervello ci invia dei messaggi urgenti chiedendoci di ‘rimpiazzare’ l’ingrediente stesso. 

Le cosiddette ‘voglie di cibo’, quindi, non dipendono mai dal caso, ma sono un preciso stimolo che il nostro cervello ci invia per indurci a sopperire ad una carenza.

In genere quando si ha una voglia improvvisa di cioccolato, o di torte o comunque di cibi dolci, è simbolo del fatto che al nostro corpo mancano fosforo, zolfo, triptofano, cromo. Non solo: la classica, vecchia voglia di cioccolato che assale tutti prima o poi è un segno, in genere, della carenza di magnesio e di vitamina B. 

Secondo recenti studi scientifici, almeno il 50% della popolazione occidentale è carente di magnesio, e proprio per questo motivo capita che il nostro corpo ci invii degli stimoli per ‘invitarci a rimediare’ ala carenza medesima.

La carenza di magnesio si manifesta anche con dolore mestruale, con lo stress, dolori muscolari ed ossei.

Quindi il nostro corpo funziona, più o meno, come un computer che ci indirizza verso alcuni cibi nel momento in cui abbiamo una mancanza o carenza a livello fisico. Eppure il cioccolato non è solamente un prodotto ‘di ripiego’, ma può davvero portare benefici al corpo.

Capita a tutti di sentire il bisogno, in un momento magari di tristezza o sconforto, di mangiare un pezzetto di cioccolato. Non si tratta di una semplice consolazione, ma di un vero toccasana: infatti il cioccolato è benefico per la salute, se assunto in piccole dosi.

Consumare cioccolato fa bene, a piccole dosi, purché però si tratti di cioccolato di alta qualità e lavorato con competenza, con prodotti di prima scelta. In questo caso, mangiare questo prodotto comporta effetti benefici: infatti il cacao, principale ingrediente, contiene un amminoacido chiamato triptofano, che favorisce la produzione della serotonina, la quale – come ben si sa – trasmette un segnale di benessere e di felicità. Ecco perché quando ci si sente nervosi, irritabili, tristi o depressi si ha sempre voglia di un pezzetto di cioccolato: si tratta di una richiesta precisa del cervello che chiede uno stimolo per ‘tirare su il morale’.

Ma ovviamente perché si ottenga questo effetto deve trattarsi di un prodotto di alta qualità, quindi deve essere un cioccolato con un’alta percentuale di cacao.

Il cioccolato viene richiesto dal nostro corpo anche allo scopo di combattere lo stress, in quanto è un cibo molto ricco di antiossidanti, addirittura ne contiene di più del tè verde.

Ecco perché mangiare un pezzetto di cioccolato di qualità è d’aiuto nel prevenire l’invecchiamento della pelle, ma anche alcune malattie come quelle cardiovascolari.

Il cacao è anche un prodotto ricco di magnesio, che è un minerale utile per il nostro sistema nervoso e anche per il benessere della muscolatura, e che dovrebbe essere assunto tutti i giorni.

Non solo: potremmo sentire il bisogno di mangiare un pezzetto di cioccolato per l’assunzione di calcio, o per aumentare le difese immunitarie, in quanto il cacao contiene anche vitamina C.

Come abbiamo visto, il cacao è un prodotto che ha davvero mille utilizzi e fa bene al corpo. Scegliere un cioccolato di alta qualità con grande contenuto di cacao è quindi un segno di rispetto verso il proprio benessere, e permette il piacere di gustare un prodotto di altissima qualità.

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.