Il cioccolato d’estate

Il cioccolato è una delizia della quale poche persone riescono a fare a meno. Una vera delizia in tutte le stagioni, ma in estate?

Come si sa, durante la stagione calda – quindi fra giugno ed agosto – le persone tendono a consumare meno cioccolato. In effetti si ha proprio meno voglia di gusti cremosi e al cioccolato quando il caldo comincia a farsi sentire, al contrario di quanto avviene in inverno. Questo fenomeno è dovuto senza dubbio al caldo, ma anche al fatto che la cioccolata industriale non regge bene l’aumento delle temperature, tende a sciogliersi e a diventare zuccherosa e appiccicosa; infatti l’industria del cioccolato in genere si ferma durante i medi caldi, perché questo prodotto, se industriale, soffre moltissimo il calore. Al contrario la cioccolato artigianale, prodotta in laboratorio secondo l’antica tradizione cioccolatiera, resiste meglio alle temperature perché i suoi ingredienti sono di altissima qualità: ecco perché il cioccolato artigianale è sempre buono, anche in estate.

In generale, comunque, quando fa caldo il cioccolato non è il primo alimento al quale si pensa: infatti esso per conservarsi al meglio deve rimanere in un luogo asciutto e fresco e possibilmente con umidità non oltre il 60%. Ma attenzione: il cioccolato non va in frigo, può rovinarsi e tende ad assorbire i sapori ed odori di altri cibi come cipolle, carne ecc. Il frigorifero è troppo freddo, se volete conservarlo, molto meglio una dispensa in luogo fresco ed asciutto.

La dispensa è quindi il luogo migliore per conservare questo golosissimo prodotto quando fa caldo

Potete metterlo in una ciotola in un luogo lontano dalla luce, meglio se proprio al buio. Non avete dispense fresche ed asciutte in casa? Niente paura, il cioccolato resiste bene alla congelazione. Quello che potete fare è avvolgerlo in fogli di alluminio e congelarlo, e tirarlo fuori almeno un giorno prima se avete voglia di assaggiarlo o se vi serve per qualche ricetta, come per esempio un goloso gelato al cioccolato fatto in casa.

Ecco ora tutti i consigli per goderti al meglio il tuo cioccolato artigianale anche quando fa veramente caldo: seguili tutti e questo prodotto si conserverà in modo eccellente anche durante i mesi più bollenti dell’anno.

  • Temperatura ideale fra i 13 ed i 18 gradi, in ogni caso, non esponete mai il cioccolato ad una temperatura superiore a 20 gradi. Già a 20 gradi alcuni cristalli del cioccolato possono sciogliersi e possono rovinare il gusto del cioccolato.
  • Il cioccolato al latte è quello più delicato e sensibile di tutti al calore. Il migliore è quello artigianale fondente, che resiste bene grazie infatti alla presenza di meno grassi all’interno della tavoletta.
  • Come abbiamo detto, il frigo dovrebbe essere off limit per il cioccolato perché si rovina e perché esso finisce per assorbire odori e sapori spiacevoli. Se proprio non potete fare altro, mettetelo in frigo nel piano basso e in una vaschetta chiusa ermeticamente, che contenga solamente cioccolato. Inoltre tirate fuori dal frigo la vaschetta del cioccolato almeno un’ora prima di gustarlo, o il sapore potrebbe risultare leggermente alterato.
  • Mangiare il cioccolato d’estate? Sì grazie. In tanti gusti e versioni, come ad esempio sotto forma di gelato. Ma in questo periodo caldo dell’anno ci sono anche tanti nuovi gusti di cioccolato artigianale da sperimentare, magari con la frutta, per un sapore fresco e delicato.

 

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.