Il cioccolato migliora la concentrazione

Tutti amano il cioccolato. Si tratta di un alimento antico e gustosissimo, con una lunga storia alle spalle. Nonostante si dica spesso di non esagerare con il cioccolato, dovete sapere che questo dolce così amato da grandi e piccini non è solamente un nemico della dieta. Infatti ha anche delle proprietà salutari e benefiche molto interessanti, purché ovviamente venga consumato in piccole quantità.

Il cioccolato può per esempio migliorare la concentrazione: certo, perché ciò avvenga, è bene non optare per il cioccolato industriale ma piuttosto per quello artigianale, creato con ingredienti di prima qualità e secondo le antiche ricette della tradizione. Questo tipo di cioccolato artigianale, infatti, contiene meno zuccheri e meno prodotti industriali, e permette di esprimere al meglio la qualità eccellente di un prodotto fatto come la tradizione insegna, con passione e con pazienza, e con massima attenzione ai dettagli.

Il cioccolato è quindi un alimento che, in quantità non esagerate, può aumentare la concentrazione e la memoria, specialmente se si tratta di cioccolato extra-fondente (oltre il 70%) e di alta qualità, quindi artigianale.

Scientificamente l’effetto benefico di questo cibo sulla concentrazione è merito delle metizantine, dei brocondilatatori naturali, e specialmente della caffeina e della teobromina che sono contenute nel cioccolato. Esse sono sostanze che aumentano la concentrazione, che aiutano ad allontanare la sonnolenza e che hanno un’azione eccitante.

Ma non finisce qui: gli studi hanno rilevato che dentro il cioccolato ci sono anche i flavonoidi, degli elementi che aiutano le funzioni cognitive del cervello. Uno degli ultimi studi scientifici in campo, che è anche stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Frontiers in Nutrition, ha sostenuto che i flavonoidi del cacao hanno effetti molto benefici anche sul cuore, e anche sulla memoria, fermando sensibilmente il declino cognitivo fisiologico nell’essere umano con l’aumentare dell’età.

Il cioccolato è quindi un prodotto benefico sia nel breve che nel lungo periodo. La sua capacità di aumentare la concentrazione e di stimolare le capacità cognitive lo rende un ottimo cibo anche per gli studenti, per i bambini (sempre con attenzione alle porzioni) e anche per le persone che si trovino momentaneamente sotto stress o in condizioni di scarsa concentrazione e attenzione mentale.

Oltre a queste proprietà molto benefiche, il cioccolato fondente aiuta anche ad alleviare lo stress. Uno studio della Loma Linda University, in California, ha infatti confermato che il cacao grazie ai flavonoidi aiuta non solo la salute del cuore e la performance cognitiva, ma anche quella dei reni e delle ghiandole in generale.

I flavonoidi proteggono le funzioni cerebrali e migliorano le prestazioni mentali

Per quanto riguarda il cuore e la sua salute, i flavonoidi non solo sono un toccasana per il cuore, ma possono aumentare il volume del sangue cerebrale all’ippocampo e quindi aiutare nel miglioramento delle prestazioni mentali che sono affievolite con l’età. Il cioccolato artigianale e di qualità, meglio se fondente, è quindi anche un alimento molto salutare per le persone anziane e migliora il funzionamento cognitivo nel corso del tempo.

Il consumo ideale di cioccolato è di 10-20grammi al giorno, meglio se di qualità extra fondente (con 70% minimo).

 

 

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.